RETE DONNE BERLINO (Rete Donne e.V.)

L’associazione ReteDonne e.V. si intende come piattaforma di dialogo e di scambio per le donne italiane in Germania. Essa desidera promuovere il potenziale femminile nel campo dell’arte figurativa, della cultura e della ricerca. Essa promuove iniziative in ambito socioculturale e si impegna per lo sviluppo della donna come soggetto libero e indipendente. Il gruppo berlinese ReteDonneBerlino, con le artiste che hanno partecipato a questa mostra, ha creato una simbiosi artistica con le tematiche presenti già nel museo e costruito una “sintesi” delle culture che ci auguriamo non venga dimenticata.

DAMIGRA

Dal 2014, l’organizzazione dirigente delle organizzazioni di immigrati – DaMigra – ha operato come direzione a livello nazionale, indipendente e specifico per le donne delle organizzazioni di migranti.  DaMigra è indipendente dal partito politico, ideologico e confessionale. DaMigra si presenta come portavoce e rappresentante di 71 organizzazioni di immigrati e campagne a livello nazionale per i suoi interessi in politica, il pubblico, i media e l’economia. Il leitmotiv e l’obiettivo centrale è l’ empowerment , che include l’uguale partecipazione politica, sociale, professionale e culturale dei migranti * nella vita sociale in Germania. Allo stesso modo, si tratta di combattere il razzismo, il sessismo e la disuguaglianza sociale . Pertanto, l’organizzazione dirigente è contraria a tutte le forme di discriminazione contro le persone, che siano basate su origine sociale ed etnica, sesso, colore, identità sessuale, disabilità, età o credo. DaMigra fa affidamento sulle convenzioni europee e internazionali sui diritti umani.

S.U.S.I.

Il Centro Interculturale SUSI risale a un’iniziativa della scrittrice Christiane Barckhausen-Canale, che ha voluto creare una casa di incontri internazionali nell’autunno ’89 a est di Berlino. Questo gruppo è cresciuto rapidamente; Venivano anche gli uomini, ma le donne erano sempre più attive. Quindi l’idea è nata per creare un punto d’incontro internazionale per le donne: 
Il Centro Interculturale delle Donne SUSI – L’acronimo sta per Solidarisch, Unabhängig, Sozial und InternationalI dipendenti a tempo pieno, liberi e volontari della SUSI, i membri dell’associazione e il consiglio sono per lo più migranti. Il profilo del Centro Interculturale delle Donne SUSI è determinato dalla sua diversità linguistica e dalla sua ampiezza di offerteL’Intercultural Women’s Center SUSI è stato ufficialmente inaugurato l’8 marzo 1992. Il concetto originale era di promuovere lo scambio interculturale, specialmente attraverso eventi e workshop. 
Da allora si è evoluto: oggi i servizi di consulenza rappresentano più della metà del nostro lavoro e diversi gruppi di autoaiuto hanno trovato una casa con noi. Nel 2013 SUSI si è trasferita nel distretto di Tempelhof-Schöneberg.

 

Nächster Halt, eine dynamische Videoreise auf verschiedenen Stufen.

Nächster Halt, eine dynamische Videoreise auf verschiedenen Stufen.

Nächster Halt ist eine dynamische Videoreise, die auf verschiedenen Stufen abläuft. Die Fahrt geht auf körperliche und geistige Ebene, eine Bewegung die „minimal“ durch die Stadt abläuft und abspielt, eine intensive und ausgedehnte urbane Reise, die einerseits Traum, andererseits Projektion und gleichzeitig Gedächtnis ist. Aus einer Idee von Eloisa Guarracino Video und Regie Petra Fantozzi Der Begriff des Reisens wird als existentieller…

Erfüllbare Träume? Italienerinnen in Berlin

Erfüllbare Träume? Italienerinnen in Berlin

Reso possibile grazie ai finanziamenti del Preußischer Kulturbesitz e appoggiato dall’Istituto Italiano di Cultura di Berlino, ReteDonne Berlino ha presentato un progetto interdisciplinare che prevede un’esposizione di opere realizzate da un gruppo di giovani creative italiane, attive nel campo di diverse arti espressive (Giulia Filippi, Ornella Orlandini, Elena Giampaoli, Petra Fantozzi, Daniela Spoto, Eloisa Guarracino, Sara Di Pede e Francesca…